NOVEMBRE

LA MEMORIA COMUNE

aereo.jpg La notte tra il 5 e il 6 novembre 1940 San Vito dei Normanni fu bersaglio di un bombardamento aereo,...(leggi tutto)

I NOSTRI PADRI

Vito Carbotti xs.jpg Il 10 novembre 1806 nasceva Vito Carbotti. Laureatosi in medicina, esercitò inizialmente la p...(leggi tutto)

LA TRADIZIONE LOCALE

L'ARCOBALENO RICORDA

IMPRONTE ED ISTANTI

Al mare

L'una dopo l'altra,
l'onde del mare
si prostrano ai miei piedi.
Ora so di non essere
un uomo da nulla.

Vito Giuseppe Mele
Il mio cuore in versi, Edizioni Libroitaliano, 2002...(leggi tutto)

L'ARCOBALENO SEGNALA

IL NOSTRO BIMESTRALE copertina 5 2018 xs.jpg
ottobre/novembre 2018

L'ARCOBALENO PROMUOVE

L'ARCOBALENO CONSIGLIA

3 - 11 - 2018
Due sorvegliati speciali deferiti dai carabinieri
Avevano violato gli obblighi loro imposti

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Vito dei Normanni hanno deferito in stato di libertà, per violazione degli obblighi della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, un 50enne e un 36enne, entrambi del luogo.
I due sorvegliati speciali con al loro attivo diverse vicissitudini di natura giudiziaria sono stati sorpresi al di fuori degli orari consentiti nelle adiacenze di un locale pubblico unitamente ad altre persone.
La sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di residenza è una misura di prevenzione limitativa della libertà personale e viene irrogata a tutta una serie di soggetti proclivi a delinquere che hanno un nutrito curriculum di reati. Tra l’altro la misura contempla una gamma di prescrizioni a cui il sorvegliato deve ottemperare: la ricerca di un lavoro, non allontanarsi dal luogo di residenza senza preventivo avviso alle Autorità, vivere onestamente rispettando le leggi dello Stato, non associarsi a persone che abbiano subito condanne, non rincasare dopo le 21:00, non detenere e non portare addosso armi, non partecipare a riunioni pubbliche, presentarsi la domenica tra le ore 10:00 e le ore 12:00 presso la Stazione dei Carabinieri del luogo di residenza per apporre la firma su apposito registro. Tutte queste prescrizioni sono finalizzate al controllo dei soggetti sottoposti alla “misura”.

Share