OTTOBRE

LA MEMORIA COMUNE

facciata 8.JPG Nell’ottobre del 1595 venivano aperti per la prima volta i battenti della Chiesa Madre di San Vito, ...(leggi tutto)

I NOSTRI PADRI

stanisci vitantonio.jpg Vitantonio Stanisci nacque a San Vito dei Normanni il 31 ottobre 1894. Pur non avendo mai imparato a...(leggi tutto)

LA TRADIZIONE LOCALE

L'ARCOBALENO RICORDA

IMPRONTE ED ISTANTI

Al mare

L'una dopo l'altra,
l'onde del mare
si prostrano ai miei piedi.
Ora so di non essere
un uomo da nulla.

Vito Giuseppe Mele
Il mio cuore in versi, Edizioni Libroitaliano, 2002...(leggi tutto)

L'ARCOBALENO SEGNALA

IL NOSTRO BIMESTRALE Arcobaleno agos.settembre 2019 cop-1.jpg
agosto/settembre 2019

L'ARCOBALENO PROMUOVE

L'ARCOBALENO CONSIGLIA

9 - 1 - 2019
Deferito dai carabinieri per furto e simulazione di reato
Nei guai un 69enne sanvitese

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile e della Stazione di San Vito dei Normanni al termine degli accertamenti hanno deferito in stato di libertà un 69enne del luogo per furto e simulazione di reato.
L’uomo in una contrada rurale di San Vito dei Normanni, dall’interno di un terreno agricolo ha prelevato 4 quintali di legna d’ulivo caricandoli sulla sua autovettura.
Nel mentre stava effettuando tale attività si è accorto di essere stato notato da un uomo e pertanto ha abbandonato auto e legna allontanandosi. L’uomo che ha notato il singolare movimento ha avvisato dell’evento i Carabinieri ai quali ha fornito i particolari somatici e dell’abbigliamento del soggetto che si era allontanato.
I militari giunti sul posto hanno notato la vettura carica di legna con le chiavi inserite impantanata nel fango.
Frattanto il proprietario del mezzo pensando di eludere le indagini si è cambiato d’abito recandosi presso la Stazione dei Carabinieri del suo comune per denunciare il furto del mezzo al fine di affrancarsi da responsabilità.
I consequenziali accertamenti hanno permesso di appurare la reale dinamica degli eventi rinvenendo a casa dell’uomo i vestiti e le scarpe utilizzate per il furto intrisi di fango e pezzetti di legna.
Il responsabile, a seguito delle contestazioni, ha ammesso le sue responsabilità.

Share