LUGLIO

LA MEMORIA COMUNE

luglio memoria.jpg Nella primavera-estate del 1865 una epidemia colerica colpì il Sud Italia (una seconda ondata si abb...(leggi tutto)

I NOSTRI PADRI

nennolina.jpg Antonietta Meo, nota anche con il nome di Nennolina, è una delle figure di santità più bell...(leggi tutto)

LA TRADIZIONE LOCALE

L'ARCOBALENO RICORDA

IMPRONTE ED ISTANTI

Al mare

L'una dopo l'altra,
l'onde del mare
si prostrano ai miei piedi.
Ora so di non essere
un uomo da nulla.

Vito Giuseppe Mele
Il mio cuore in versi, Edizioni Libroitaliano, 2002...(leggi tutto)

L'ARCOBALENO SEGNALA

IL NOSTRO BIMESTRALE copertina giugno luglio 2017.jpg
giugno/luglio 2017

L'ARCOBALENO PROMUOVE

L'ARCOBALENO CONSIGLIA

Vito Buonsanto (1762-1850), l'educatore


Vito Buonsanto è stato un grande maestro di pedagogia. Classe 1762, dopo aver compiuto gli studi classici, apprezzò la dottrina domenicana al punto di entrare nel convento della sua San Vito. Si lasciò coinvolgere dallo spirito della Rivoluzione Francese: nel 1799, insieme al notaio Domenico Oronzo Carella, piantò un albero di naviglio nella piazza di San Vito dei Normanni, in segno di libertà. Dopo contrasti ideologici, dovette riparare a Napoli, dove fu eletto deputato del Parlamento borbonico, dopo una fallita rivoluzione.
Tra i numerosi testi lasciatici (alcuni conservati presso la nostra Biblioteca Comunale), rimangono manuali scolastici utili per l’insegnamento, sebbene infiorettati di patriottismo. Il suo pensiero sul metodo di apprendimento degli studenti era nuovo per il tempo: condannò il nozionismo mnemonico, esaltando un tipo di sapere - a forte carattere interdisciplinare - considerato come conquista personale. Considerava l’italiano e il latino i primi mezzi dell'istruzione e la storia una "scienza della morale ricavata dai fatti".
Morì a Napoli il 22 maggio 1850. La nostra città gli ha intitolato una Scuola Media e una via.