APRILE

LA MEMORIA COMUNE

ministro cardinale.jpg Era il 3 aprile del 2001 quando, per comunicare ufficialmente la positiva conclusione dell'iter per ...(leggi tutto)

I NOSTRI PADRI

sardelli.jpg Il 18 aprile 1776 nasceva a San Vito dei Normanni Antonio Sardelli, destinato a diventare uno...(leggi tutto)

LA TRADIZIONE LOCALE

L'ARCOBALENO RICORDA

IMPRONTE ED ISTANTI

Al mare

L'una dopo l'altra,
l'onde del mare
si prostrano ai miei piedi.
Ora so di non essere
un uomo da nulla.

Vito Giuseppe Mele
Il mio cuore in versi, Edizioni Libroitaliano, 2002...(leggi tutto)

L'ARCOBALENO SEGNALA

IL NOSTRO BIMESTRALE copertina 6 2019.jpg
dicembre/gennaio 2019-2020

L'ARCOBALENO PROMUOVE

L'ARCOBALENO CONSIGLIA

30 - 1 - 2020
Operazione "Bronx": blitz dei Carabinieri
Una ventina le persone coinvolte

Blitz all'alba da parte dei Carabinieri della Compagnia di San Vito dei Normanni, collaborati nella fase esecutiva da personale del Comando Provinciale di Brindisi, dall’11° Reggimento “Puglia”, dallo Squadrone Eliportato Carabinieri “Puglia”, dal Nucleo Elicotteri dei Carabinieri di Bari e dal Nucleo Cinofili di Modugno. 150 uomini hanno dato esecuzione a un'ordinanza applicativa delle misure coercitive della custodia cautelare in carcere, degli arresti domiciliari e dell’obbligo di dimora nel Comune di residenza, nonché della misura interdittiva della sospensione dall’esercizio di un pubblico ufficio, nei confronti di 20 soggetti, residenti nei comuni di Carovigno, San Vito dei Normanni, San Michele Salentino, Ostuni e Brindisi.
L’attività d’indagine, condotta dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Vito dei Normanni ha tratto origine dalla denuncia di tentata estorsione, presentata il 20 settembre 2018 da un libero professionista di Carovigno al quale uno degli arrestati (Armando Caccetta di Carovigno) aveva richiesto una somma in denaro, vantando in maniera pretestuosa un debito di 500 euro. Non contento, qualche giorno dopo, il Caccetta aveva raggiunto l’uomo presso un bar e lo aveva colpito con un pugno, minacciandolo di morte.
Sono stati documentati ulteriori tentativi di estorsione in concorso con altri degli odierni arrestati nei confronti di altri liberi professionisti e commercianti di Carovigno.
Sono 20 le persone, fra cui tre donne, ritenute responsabili a vario titolo dei reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione abusiva di armi, estorsioni, corruzione, rivelazione di segreti inerenti a un procedimento penale (un appuntato dei Carabinieri in servizio presso la locale Compagnia) e detenzione di banconote false. Tra gli arrestati anche due sanvitesi, Savio Di Gioia e Francesco Turrisi.

Share