MAGGIO

LA MEMORIA COMUNE

fotina per maggio xs.jpg Ogni anno, la cittÓ di Cascia stabilisce un gemellaggio di pace e di fede con una cittÓ con c...(leggi tutto)

I NOSTRI PADRI

Max Dentice xs.jpg Il 30 maggio 1916, nei cieli di Coltano di Pisa si consumava una tragedia aerea. Ne era vittima il c...(leggi tutto)

LA TRADIZIONE LOCALE

L'ARCOBALENO RICORDA

IMPRONTE ED ISTANTI

Al mare

L'una dopo l'altra,
l'onde del mare
si prostrano ai miei piedi.
Ora so di non essere
un uomo da nulla.

Vito Giuseppe Mele
Il mio cuore in versi, Edizioni Libroitaliano, 2002...(leggi tutto)

L'ARCOBALENO SEGNALA

IL NOSTRO BIMESTRALE copertina 6 2019.jpg
dicembre/gennaio 2019-2020

L'ARCOBALENO PROMUOVE

L'ARCOBALENO CONSIGLIA

Martino Gioia (1920-1943), giovane soldato di fanteria


Il 9 settembre 1943, non ancora ventitreenne (era nato il 13 novembre 1920), moriva Martino Gioia, soldato di fanteria.
Quella mattina del 9 settembre, sull'isola di Rodi ove il soldato Gioia si trovava, si verificarono sanguinosi scontri armati. I soldati italiani diedero prova di eroico comportamento, ma dovettero soccombere. Tra essi, anche Martino Gioia, appartenente al 265░ Reggimento Fanteria, morto a causa delle gravi ferite riportate nel combattimento.
Le sue spoglie giunsero in Italia solo negli anni Sessanta, per essere custodite a Bari nel Sacrario dei Caduti d'Oltremare (che fu inaugurato il 10 dicembre 1967).
Il definitivo titorno acasa del fante Martino Gioia avvenne, per˛, solo a novembre del 2004, grazie all'impegno profuso da suo nipote, Vincenzo Valente. In cittÓ si tenne una solenne cerimonia: trenta fanti del Battaglione Supporto Logistico della Scuola Cavalleria di Lecce resero gli onori militari.