MAGGIO

LA MEMORIA COMUNE

monumento.jpg Il 24 maggio del 1915 l'Italia entrava in guerra, accanto alle potenza alleate, nel primo conflitto ...(leggi tutto)

I NOSTRI PADRI

vito buonsanto.jpg Vito Buonsanto è stato un grande maestro di pedagogia. Classe 1762, dopo aver compiuto gli studi cla...(leggi tutto)

LA TRADIZIONE LOCALE

L'ARCOBALENO RICORDA

IMPRONTE ED ISTANTI

Al mare

L'una dopo l'altra,
l'onde del mare
si prostrano ai miei piedi.
Ora so di non essere
un uomo da nulla.

Vito Giuseppe Mele
Il mio cuore in versi, Edizioni Libroitaliano, 2002...(leggi tutto)

L'ARCOBALENO SEGNALA

IL NOSTRO BIMESTRALE Arcobaleno febbraio marzo 2019 xs.jpg
febbraio/marzo 2019

L'ARCOBALENO PROMUOVE

L'ARCOBALENO CONSIGLIA

7 - 7 - 2014
SALENTO FINIBUS TERRAE, SI PARTE
Martedì, mercoledì e giovedì le tappe sanvitesi

Nove serate di proiezioni (le prime tre a San Vito dei Normanni), 97 cortometraggi in concorso, due corti e tre lungometraggi fuori concorso, nove sezioni in gara (Diritti Umani, Mondo Corto, Corto Italia, Documentari, Thriller-Noir-Horror, Ambiente, Children World, Reelove e Animazione): sono questi i numeri della dodicesima edizione del Salento Finibus Terrae, il festival internazionale del cortometraggio al via domani sera nella sua città natale, nell'arena “don Tonino Bello” della villa comunale.
Ad illustrare il programma di questa edizione, questa mattina, nel palazzo municipale, il direttore artistico Romeo Conte: “La caratteristica di questo festival indipendente – ha detto il regista sanvitese – è quella di accogliere in Puglia tutti gli operatori del cinema ospitandoli in luoghi di grande suggestione e tradizione, oltre a proiettare nelle piazze il cinema dei nuovi talenti di oggi e domani. È una missione straordinaria, che anno dopo anno contribuisce alla conoscenza e sviluppo di un territorio a me molto caro, la Puglia per l’appunto. Il festival è indotto di cultura e turismo”.
Sull'importanza di queste iniziative si è soffermato con i giornalisti intervenuti anche il sindaco della città, Alberto Magli.
Domani sera, dunque, si parte e lo si fa con un lungometraggio fuori concorso che è un interessante documentario. Si tratta di “Fuoco Amico, la storia di Davide Cervia”, diretto da Francesco del Grosso che interverrà insieme con Marisa Gentile, la moglie dell'ex militare cui è dedicato il docu-film.
La serata si concluderà con la proiezione dei cortometraggi in gara per la sezione “Diritti umani”.
Nel corso della conferenza stampa sono stati anche annunciati i nomi di alcuni prestigiosi ospiti che si alterneranno nel parterre del festival nelle nove serate: Caterina Murino, Lunetta Savino, Carlotta Natoli, Flavio Bucci, Enzo De Caro, Nicola Nocella, Anna Luisa Capasa, Andrea Zaccariello e Giuseppe Pedersoli, Sabrina Paravicini, Giacomo Rizzo, Roberto Pedicini, Paolo De Vita.

Share