GIUGNO

LA MEMORIA COMUNE

san vito.jpg Il 15 giugno ricorre la memoria liturgica di san Vito, patrono della nostra città. Il culto v...(leggi tutto)

I NOSTRI PADRI

vito donato epifani.jpg Vito Donato Epifani, nato il 23 giugno 1848 nella nostra città, fu avviato sin da subito agli studi ...(leggi tutto)

LA TRADIZIONE LOCALE

L'ARCOBALENO RICORDA

IMPRONTE ED ISTANTI

Al mare

L'una dopo l'altra,
l'onde del mare
si prostrano ai miei piedi.
Ora so di non essere
un uomo da nulla.

Vito Giuseppe Mele
Il mio cuore in versi, Edizioni Libroitaliano, 2002...(leggi tutto)

L'ARCOBALENO SEGNALA

IL NOSTRO BIMESTRALE Arcobaleno febbraio marzo 2019 xs.jpg
febbraio/marzo 2019

L'ARCOBALENO PROMUOVE

L'ARCOBALENO CONSIGLIA

23 - 5 - 2019
Lega-Salvini premier San Vito: "Grave la decisione di vietare la preghiera di Santa Rita a scuola; le nostre radici cristiane e le tradizioni devono essere difese".


Apprendiamo che il Dirigente Scolastico delle Scuole Elementari della Città di San Vito dei Normanni, con la motivazione di non voler urtare le sensibilità di bambini non cristiani, ha vietato sia la consueta preghiera che la benedizione delle rose che ogni anno, come da consolidata tradizione, veniva svolta dal Parroco della Chiesa di Santa Rita con gli alunni.
Pur consapevoli delle difficoltà che comporta l’essere preside, ci pare questo un gesto ideologico ed immotivato che, anziché portare verso l’integrazione di chi proviene da culture differenti, va soltanto a colpire le radici e le tradizioni cristiane del nostro paese e della nostra gente. Sotto la parvenza di una falsa idea di laicità delle istituzioni e di presunto rispetto verso gli altri, si può nascondere, infatti, il peggiore laicismo anti-cristiano, figlio di quella ideologia che detta oggi la linea di questa Unione Europea e che deve essere combattuta.
Pensavamo che gli attacchi al presepe, alla croce esposta nelle scuole e ai simboli del cattolicesimo, che accadono spesso in altre scuole d’Italia per questioni ideologiche, non potessero mai riguardare la nostra Città. Invece, con grande amarezza, dobbiamo prendere atto che il rischio che le nostre tradizioni vengano cancellate e che le radici cristiane del nostro popolo vengano ignorate e calpestate per arroganza, cecità o persino ostilità riguarda anche San Vito, dove l’inerzia degli amministratori non fa che peggiorare la situazione.
La Lega-Salvini Premier esprime, pertanto, il proprio disappunto per quanto accaduto, nonché la propria vicinanza al Parroco, ai bambini e alle famiglie che con fervore religioso hanno onorato la memoria di Santa Rita da Cascia e rammenta che darà battaglia sia a livello locale che nel Parlamento Europeo, così come già sta dimostrando a livello governativo, affinché certe aberrazioni atte a distruggere ciò che siamo e che ledono il comune buon senso non si ripetano ed anzi cessino ovunque.
San Vito dei Normanni, 23.5.2019
Il coordinamento cittadino Lega-Salvini Premier